Banca di Cherasco finanzia la bioedilizia

Nel pomeriggio di giovedì 23 marzo ha avuto luogo a Verzuolo la posa della prima casa in bioedilizia finanziata da Banca di Cherasco, una struttura prefabbricata montata in loco

30 marzo 2017
Privati |  Imprese |  Territorio | 

Sono poche, le banche del territorio, ad aver scelto di credere in questi progetti di edilizia d’avanguardia, che prevedono un inquinamento ambientale minimo e un alto risparmio energetico.
In accordo con una società slovena, certificata a livello europeo, i clienti della filiale di Saluzzo hanno scelto di seguire questo mercato, ancora di nicchia e, grazie al finanziamento di Banca di Cherasco, investire in un fabbricato a basso consumo energetico.
Questo tipo di edilizia prevede che l’esterno della casa, detto guscio, sia costruito secondo un preciso progetto stabilito con gli acquirenti e successivamente sia depositato nel terreno prescelto.
Al termine del montaggio del guscio rimarranno da realizzare l’impianto elettrico e idraulico, le pavimentazioni e i lavori di rifinitura.

Come Banca di Cherasco cerchiamo sempre di stare al passo con le innovazioni, in particolare quelle che riguardano il risparmio energetico e che tutelano l’ambiente. Siamo una banca del territorio che ha scelto di finanziare le famiglie che investono in progetti di bioedilizia e proseguiremo in questa direzione” ha dichiarato il Direttore Commerciale di Banca di Cherasco, Danilo Rivoira.