Inserisci quello che stai cercando, noi ti aiuteremo a trovarlo.

Reclami

Reclami

Scarica qui il modulo per presentare il tuo reclamo

La Banca di Credito Cooperativo di Cherasco aderisce all'Accordo Interbancario per l'istituzione degli Uffici dei Reclami fin dalla realizzazione dell'Accordo stesso (15/4/1993).

La Banca aderisce altresì al Conciliatore Bancario Finanziario.


I reclami vanno inviati all'Ufficio Reclami della Banca che risponderà entro 30 giorni dal ricevimento per i reclami aventi ad oggetto operazioni e servizi bancari e finanziari, entro 60 giorni in per i reclami relativi ai servizi di investimento ed entro 45 giorni per i reclami in ambito assicurativo.

La procedura è gratuita, fatte salve le spese normalmente connesse al mezzo di comunicazione adottato.

Il cliente può presentare reclamo mediante una lettera circostanziata, consegnandola direttamente alla Filiale, compilando l’apposito modulo, o inoltrarla a mezzo posta, mail o posta elettronica certificata ai seguenti recapiti:

 

    UFFICIO RECLAMI

    Via Bra n. 15 - fraz. Roreto - Cherasco (Cn)

    tel. 0172/486700

    e-mail: reclami@cherasco.bcc.it

    e-mail PEC: reclami@pec.bancadicherasco.it

 

La Legge 09 agosto 2013 n. 98 di conversione del decreto-legge 21 giugno 2013, n. 69 recante 'Disposizioni urgenti per il rilancio dell'economia' (pubblicata nella G.U. n. 194 del 20 agosto 2013 – Suppl. Ordinario n. 63 in vigore dal 21 agosto 2013) ha reintrodotto il requisito della mediazione obbligatoria – quale condizione di procedibilità – nelle cause in materia, tra le altre, di contratti assicurativi, bancari e finanziari.

 

Se il cliente non ha ricevuto risposta entro 30 giorni (reclami in materia di servizi bancari) / 60 giorni (reclami in materia di servizi di investimento) / 45 giorni (reclami in ambito assicurativo), o non si ritiene soddisfatto, prima di ricorrere in via giudiziale, deve preventivamente, pena l’improcedibilità della relativa domanda, rivolgersi all'Arbitro Bancario e Finanziario (ABF).

 

Si sottolinea che il ricorso all'ABF è gratuito per i clienti (è previsto solo il versamento di un importo di 20 Euro per contributo spese della procedura; tale importo, se il ricorso viene accolto, verrà rimborsato al ricorrente dall'intermediario).

 

Se sorge una controversia con la banca, il cliente può attivare una procedura di conciliazione che consiste nel tentativo di raggiungere un accordo con la banca, grazie all’assistenza di un conciliatore indipendente

 

Per questo servizio è possibile rivolgersi al Conciliatore Bancario Finanziario (Organismo iscritto nel Registro tenuto dal Ministero della Giustizia)

 

L'Arbitro per le controversie finanziarie presso la CONSOB è un altro organismo di mediazione per le controversie insorte fra investitori e intermediari, relative alla violazione da parte di questi ultimi degli obblighi di diligenza, correttezza, informazione e trasparenza previsti nei confronti degli investitori nell’esercizio delle attività disciplinate nella parte II del TUF, incluse le controversie transfrontaliere e le controversie oggetto del Regolamento (UE) n. 524/2013.

 

Per le controversie inerenti l’intermediazione assicurativa il cliente può rivolgersi all'Ufficio reclami come sopra indicato o al Servizio reclami dell'impresa. Qualora non si ritenesse soddisfatto dall'esito del reclamo o in caso di assenza di riscontro da parte dell'intermediario o dell'impresa entro 45 giorni, può rivolgersi all’IVASS – Servizio Vigilanza Intermediari- Via del Quirinale n. 21 - 00187 Roma, allegando la documentazione relativa al reclamo trattato dall'intermediario o dell'impresa preponente. L'informativa è integrata con la procedura per la presentazione dei reclami in caso di rapporti li libera collaborazione ai sensi dell'art. 22, comma 10 DL 179/2012 convertito in L 221/2012.

 

È altresì possibile rivolgersi ad altro organismo abilitato alla mediazione e riconosciuto dall’ordinamento tramite iscrizione nel registro del Ministero della Giustizia, ai sensi del D.Lgs. 28/2010, previamente concordato con la Banca stessa.

 

La procedura di mediazione si svolge davanti all’organismo territoriale competente presso il quale è stata presentata la prima domanda e con l’assistenza di un avvocato.

 

La Banca di Credito Cooperativo di Cherasco, aderisce all’Organismo costituito dal ‘Conciliare Bancario Finanziario – Associazione per la risoluzione delle controversie bancarie, finanziarie e societarie – ADR’ iscritto nel registro degli organismi tenuto presso il Ministero delle Giustizia.

 

In materia finanziaria e bancaria, il procedimento di mediazione può essere esperito anche davanti alla Camera di Conciliazione della Consob oltreché avanti l’Arbitro Bancario e Finanziario costituito presso Banca d’Italia.