Dopo il Castello di Racconigi arriva a Bra l'Assemblea di Banca di Cherasco

Appuntamento domenica, previsto un dibattito tra Carlo Petrini e Rainer Masera. Strade chiuse nel centro storico 

Assemblea2023 (1)
Novità |  Sostenibilità |  Privati |  Imprese |  Soci |  Territorio |  #SIAMONOI |  ALLO SPORTELLO |  CREDITO |  INVESTIMENTI |  SALUTE E TERRITORIO | 

Domenica 19 maggio, tutto il giorno, l’Assemblea dei 17 mila Soci di Banca di Cherasco si svolgerà per la prima volta nel centro storico di Bra: si tratta del più importante appuntamento per la vita associativa dell’Istituto di Credito Cooperativo. L’inizio dei lavori assembleari è previsto alle 10,30, in una struttura appositamente allestita in piazza XX Settembre.

Sono attesi oltre mille partecipanti: i Soci dovranno votare il bilancio 2023 e la destinazione degli utili. Ci sarà anche un incontro dal titolo “Sviluppo sostenibile in un mondo instabile: le sfide delle banche di comunità” in cui dialogheranno Carlo Petrini (fondatore di Slow food, Università di Scienze Gastronomiche e Terra Madre) e Rainer Stefano Masera (economista, preside della Facoltà di Economia dell'Università degli Studi Guglielmo Marconi di Roma, già Ad di Sanpaolo-Imi ed ex Ministro del Bilancio e della Programmazione economica): un confronto per ragionare su globalizzazione e localismo, sostenibilità e cooperazione, scelte strategiche e nuovi valori.

Spiega il Presidente di Banca di Cherasco Giovanni Claudio Olivero: “Dopo l’appuntamento del 2023 al Castello di Racconigi continua la nostra proposta di un’Assemblea itinerante: un modo per rendere concreta la nostra vicinanza al territorio. Il risultato in crescita del 2023 è frutto di una gestione oculata, attenta al contenimento dei costi, nell’ottica del rafforzamento del patrimonio, unico modo per rendere la nostra una Banca sempre più solida, affidabile, sicura”.

Aggiunge il Direttore Generale Marco Carelli: “L’Assemblea non è solo un passaggio formale: oltre alla festa che seguirà siamo orgogliosi di regalare ai Soci un dibattito di ampio respiro, con due importanti relatori come Masera e Petrini. L’utile netto è superiore a 9 milioni di euro: farne tornare sul territorio, in modo efficace, una parte rilevante è uno dei compiti del Credito Cooperativo che lavora perché l’utile della gestione sia uno strumento di promozione del benessere dei Soci e del territorio”.

Durante l’Assemblea, tra le altre cose, saranno raccontate le scelte “sostenibili” di Banca di Cherasco e il sostegno ad associazioni, enti locali, scuole, mondo no-profit: lo scorso anno sono stati erogati oltre 600 mila euro in contributi, sponsorizzazioni, liberalità.

Il 2023 ha confermato la crescita consistente di tutti gli indicatori economici e patrimoniali: la raccolta complessiva è passata da 1,36 a 1,45 miliardi, il patrimonio netto è ora di 73,4 milioni di euro (+15,8% sull’anno prima) e il Total Capital Ratio (rapporto che indica la solidità della Banca) al 20,7%.

Concludono Olivero e Carelli: “Essere in salute in un momento come questo significa per noi anche impegnarsi a fondo per soddisfare le esigenze finanziarie del territorio e accompagnare clienti e soci, ma anche associazionismo e mondo no-profit, secondo il modello di economia circolare che è proprio del Credito Cooperativo”.

Dopo l’Assemblea seguirà una festa sociale con animazioni e pranzo per oltre mille persone con servizio al tavolo, sotto l’Ala e in corso Garibaldi, oltre a intrattenimenti e laboratori per i bimbi da 4 a 11 anni fin dal mattino: per i più piccoli è stata organizzata una “caccia al tesoro” con animatori professionisti.

Previsti anche l’ingresso gratis nei musei di Bra e negozi aperti in centro. I Soci di Banca di Cherasco potranno visitare gratuitamente il Museo civico di archeologia, storia e arte a palazzo Traversa, il Museo civico di Storia Naturale in via Craveri, il Museo del giocattolo in via Guala (per tutti l’orario è 10-12,30 e 14,30-17,30) e ancora nella Zizzola il museo interattivo sulla Storia e le storie cittadine (aperto dalle 10 alle 18).

Sono previste alcune modifiche alla viabilità (iniziano venerdì 17 maggio e finiranno lunedì) per i lavori di montaggio e per l’Assemblea e la festa sociale: divieto di sosta in piazza XX Settembre, divieti di sosta e transito in corso Garibaldi e parte di piazza Caduti per la Libertà per lo svolgimento del Mercato della Terra.