Inserisci quello che stai cercando, noi ti aiuteremo a trovarlo.

Imprese     Territorio    

Banca di Cherasco e le imprese: il MOG 231

Grande affluenza di pubblico per il convegno organizzato presso l'Auditorium di Roreto

13 gennaio 2017

Ottimo riscontro di pubblico, ieri sera, per il convegno “Modello organizzativo delle imprese: un'opportunità per ridurre i rischi”, organizzato dalla Banca di Cherasco presso il proprio auditorium, con l'obiettivo di approfondire un tema al quale - troppo spesso - non viene attribuita la giusta importanza da parte degli enti e delle aziende.

L'obiettivo del convegno, grazie alla partecipazione di relatori di primaria importanza come il Dott. Vincenzo Paone, Procuratore Aggiunto del Tribunale di Asti, l'Avvocato Aldo Mirate, dell'omonimo Studio Legale, e l'Avvocato Cristiano Burdese, Presidente dell'Organismo di Vigilanza della Banca di Cherasco, era portare a conoscenza dei professionisti e degli imprenditori presenti le opportunità che il Decreto Legislativo 231 offre agli enti ed alle aziende, al fine ridurre i rischi a cui si espongono in caso di comportamenti penalmente rilevanti commessi da parte di propri dirigenti o amministratori.

Le presenze istituzionali
L'incontro, moderato dall'Avv. Alberto Rizzo, Vicepresidente della Banca di Cherasco, è stato aperto dai ringraziamenti istituzionali del Presidente dell'istituto cheraschese, Giovanni Claudio Olivero, che ha omaggiato le autorità presenti in sala, tra le quali l'Europarlamentare Alberto Cirio, il Sindaco di Bra Bruna Sibille, l'Assessore al Bilancio del Comune di Cherasco Avv. Massimo Rosso che, a sua volta, ha portato i saluti del Sindaco Claudio Bogetti, ed il Delegato dell'Ordine degli Avvocati di Asti, Avv. Marco Venturino.


Gli interventi dei relatori
Gli interventi tecnici da parte dei relatori si sono aperti con l'esposizione del Dott. Paone, che con un taglio “accusatorio”, ha analizzato le nuove tendenze nel processo penale, ponendo l'accento sui rischi che le imprese e gli enti corrono nel caso di comportamenti illeciti da parte di propri dirigenti e amministratori.

Successivamente, in un'interessante alternanza dei ruoli come avviene nelle aule di tribunale, è toccato all'Avv. Mirate spiegare un intervento in chiave “difensiva”, nel quale ha presentato quali siano i vantaggi e le tutele per le imprese e gli enti che decidono di adottare il Modello Organizzativo 231.

In chiusura, l'Avv. Cristiano Burdese ha presentato alcuni casi pratici nei quali il MOG 231 ha tutelato le aziende che l'avevano adottato, dimostrando quanto questa scelta possa rivelarsistrategica nella gestione del rischio aziendale.

Al termine del convegno, la Banca di Cherasco ha offerto ai propri ospiti un piacevole momento conviviale, realizzato in collaborazione con la società di catering Fly Srl.

Questo evento si inserisce nel solco tracciato nel 2016 dai convegni di gennaio sul Bail In e di ottobre sullo strumento delle ipoteche – spiega l'Avv. Alberto Rizzo, Vicepresidente Banca di Cherasco –, a dimostrazione dell'importanza che per il nostro Istituto ricoprono questi momenti di formazione e di incontro con gli enti, le aziende ed i professionisti del territorio. Organizzare un simposio di questa caratura, con relatori di straordinaria importanza come quelli che si sono alternati sul palco, è per noi motivo di grande orgoglio, coerentemente agli obblighi che abbiamo – in qualità di intermediari finanziari – di informare in maniera adeguata i nostri soci e clienti sulle varie forme di tutela del risparmio. Investire consapevolmente nell’adozione dei modelli 231, infatti, può rivelarsi strategico per preservare ed accrescere il valore che tutti gli enti e le aziende esprimono con la loro attività, incrementando le utilità derivanti dalle loro concrete azioni”.

Guarda le foto

Guarda il video